Tempo di giochi (non solo a Rio!)

Vi ho mostrato quasi subito i “primogeniti”, e non voglio trascurare i loro fratellini minori, quindi ecco qui la valigetta del mare (dopo quella della fattoria) e il secondo “Io mi vesto”, in veste uccellini dopo quello con le volpine.

Dato che oggi è Ferragosto, iniziamo con il mare!!

Come per la fattoria, ho creato un morbido tappetino gioco (36×48 cm) che si ripiega a valigetta (18×24 cm). I materiali sono sempre gli stessi: cotone, imbottitura, ritagli di stoffa, qualche materiale di recupero. Questa volta gli animaletti sono cinque: stella marina, delfino, pesce, balena e cavalluccio marino. Sono un po’ più grandi, infatti non sono bloccati con il nastrino e tutti possono “nuotare” liberamente dove preferiscono!

Invece della plastica scricchiolante, qui ci sono dei nastri di raso dove uno degli amici del mare può nascondersi.

Il secondo “tappetino” per la motricità fine invece è molto più simile al primo, cambiano solo i colori e le fantasie dei tessuti, ma le attività sono sempre le stesse (cerniera, bottone automatico, bottone con asola, fibbia, velcro, laccio di scarpa, bottone nel cappietto)

Progettare come realizzare questi giochi mi ha davvero entusiasmato, e questo mi ha fatto capire che ormai voglio dedicarmi solo ai piccoli.

Aggiornamento 1° maggio 2017: trovate la valigetta del mare e quelle delle allacciature nel mio shop su Etsy!

Io Mi Vesto – Gioco per la motricità fine

Qualche settimana fa avevo appena finito la valigetta della fattoria e stavo iniziando quella del mare, e parlandone con l’amica Charline lei mi aveva dato un consiglio: creare anche altri tipi di giochi didattici, in particolare quelli con lacci, bottoni e altri tipi di chiusura, per insegnare ai bambini a vestirsi da soli.

L’idea mi era già venuta e non sapevo bene come realizzarla, così sulla spinta del suo consiglio ho deciso di rifletterci seriamente, e alla fine ho trovato una soluzione che mi piaceva ed è nato

Usando come base due bei tessuti che aspettavano da un paio d’anni degna collocazione, e ovviamente una serie di materiali di recupero (indovinate quali!) ho diviso in due zone le attività: da una parte una maglia con cerniera lampo, bottone automatico e bottone con asola, dall’altra pantaloni con fibbia e scarpe con velcro e laccio.

Per completare, e per inserire il pesciolino d’obbligo (ho deciso di inserire un pinguino o un pesciolino in ogni creazione, vediamo se ci riesco!!), ho aggiunto un bottone esterno per la chiusura, con un cappietto.

Tutto rigorosamente unisex, perché un’altra cosa che ho deciso è di cercare di evitare, per quanto possibile, la divisione stereotipata rosa/femmina – azzurro/maschio. Non sarà facilissimo perché a volte i tessuti non lasciano grande scelta, ma mi ci impegnerò.

La valigetta volposa è disponibile sul mio shop Etsy!

 

A proposito di Quiet Book

Era un po’ che volevo dedicarmi ai giochi per bambini, ma ho esitato molto prima di lanciarmi nell’impresa. Anche perché sembra che adesso si possano vendere solo Quiet Book, e io non osavo cimentarmi… Infatti alla fine ho deciso di eluderli!! 😀

Lavorare col feltro e il pannolenci non mi piace molto, preferisco il cotone, e poi c’è già moltissima gente infinitamente più brava di me che crea cose fantastiche, oltre la mia portata. D’altro canto un oggetto-libro con pagine in cotone, vista la mia proverbiale lentezza, sarebbe stato pronto per bimbi non ancora concepiti, quindi… quindi ho scelto di declinare quella tipologia di gioco didattico a modo mio! (a proposito, come al solito i francesi sono meno supini di noi: Livre éveil, Livre d’activités, Livre à toucher, semplicemente Livre en tissu… Visto che l’ispirazione è di fatto montessoriana, solo degli schiavi dell’inglese come noi potevano piegarsi alla denominazione anglofona senza colpo ferire….)

Perciò, ecco qui il mio primo esperimento:

una valigetta-tappeto gioco molto nello stile di Pinguini e Pesciolini: tessuto 100% cotone, morbida imbottitura, ritagli di stoffa e altri materiali di recupero per creare gli animaletti e i vari dettagli dello sfondo… Un lavoro molto imperfetto, che mi ha richiesto molto tempo come tutti i prototipi, ma che alla fine mi ha resto molto felice, e che spero farà divertire e passare il tempo a qualche bel pupotto.

Sei amici animaletti vivono in questa fattoria: asino, maiale, papera e rana sono sagomati in cotone, la mucca è sagomata in pannolenci e il coniglio è stampato su cotone. Dentro il tetto e la porta della fattoria ho inserito della plastica per avere un effetto scricchiolante.

Gli animaletti sono fissati al tappetino con dei nastrini, per evitare di perderli (e che il bebè possa ingoiarli!). La lunghezza dei nastrini permetterà al bambino di posizionare gli animali nella postazione preferita, nelle due zone vicino all’origine del nastro (laghetto e fattoria).

A fine gioco il tappetino (36×48 cm) si ripiega, si chiude con un nastrino e si può trasportare come una valigetta (18×24 cm) grazie al manico in gros grain.

La seconda valigetta-tappeto gioco è in produzione, e aspetterò di finirla per metterle insieme su ALM; se però volete aggiudicarvi subito questa fattoria, farò una promozione speciale sulla mia pagina fb! 😉

Per me e per te: regali per mamme e bebè (2)

Aggiornamento 1° maggio 2017 – Il link ora rimanda al nuovo shop, su Etsy!!

In attesa di farvi vedere le nuove cose create con gli ultimi acquisti, mi prendo un altro momento per mostrarvi i set regalo da bimbo creati insieme a Charline.

Anche in questo caso sul suo shop ALM trovate il cestino da fasciatoio insieme a un bracciale personalizzabile, mentre sul mio c’è il sacchetto portapannolini (su cui si può applicare il nome del bebè) con un portachiavi.

puericultura-set-regalo-nascita-bimbo-e-mamma-17263907-2016-02-04-09-3ed5b-7376d_big

Naturalmente, se preferite mettere nel set un altro portapannolini fra quelli disponibili, si può fare senza problemi!!

Vi aspettiamo

 

 

Sacco nanna 2 in 1

Dopo la prima versione di sacco nanna, realizzato per la mia neo cuginetta, ho comprato un po’ di stoffe per crearne altri di quel modello, ma volevo anche provare un formato diverso. Quando ho trovato questo pile, che si sposava benissimo con un cotone a fantasia animaletti che avevo sgraffignato a mia mamma, ho deciso che insieme i due tessuti erano perfetti per quello che avevo in mente.

Penso che questo modello avvolgente sia più adatto ai piccolissimi, che potranno essere sistemati interamente dentro il sacco. Niente manine scoperte, niente acrobazie per infilare le braccia nelle maniche che sono applicate a certi modelli. Ho messo due automatici trasparenti di plastica per bloccare il risvolto davanti

mentre la cerniera lunga su due lati permette di aprire completamente il sacco nanna e, all’occorrenza, scoprire il bimbo senza svegliarlo, ad esempio se si addormenta nella carrozzina e non si vuole farlo sudare una volta rientrati in casa.

Inoltre la lampo lunga permette di ottenere l’effetto 2 in 1: aprendola completamente il sacco diventa una bella copertina, che si può utilizzare anche quando il piccolo cresce. Mi piace molto l’idea che sia un prodotto da sfruttare più a lungo di un sacco nanna tradizionale, e ho scelto una cerniera leggera e dei bottoni poco invadenti proprio perché il secondo utilizzo sia molto comodo, e non sembri solo un ripiego.

Che ne dite?! Lo trovate, con tutti i dettagli, nel mio shop ALM.

Per me e per te: regali per mamme e bebè

Finalmente sveliamo bene il mistero… Non è che volessi creare chissà che suspense, ma proprio non avevo avuto tempo per scrivere un post come si deve!

Ecco per cosa abbiamo unito le forze io e Charline:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Cosa ci sarà dentro questa bella confezione regalo?!… Beh, tante cose a scelta, dipende da voi!!

Per ora noi abbiamo pensato a queste due composizioni, che trovate sui nostri shop ALM:

Nel primo, un cestino morbido da fasciatoio e un bracciale in metallo argentato con ciondoli. Nel secondo, un sacchetto portapannolini e un braccialetto in fettuccia, sempre con perle e ciondoli in metallo. In entrambi i casi, le mie coccardine nascita fungono da fiocco sulla confezione regalo e poi possono passare sulla culla, sulla carrozzina…

Questi sono solo i primi set, ne arriveranno molti altri (le versioni da maschietto, tanto per cominciare!!), anche con portachiavi al posto dei bracciali. E altri possiamo comporne secondo le vostre richieste, perché i nostri vogliono essere dei regali nascita originali, per far felici anche le mamme oltre che i neonati, e che si possono personalizzare a volontà (se non avete fretta, ovviamente!).

Veniteci a trovare!

Calendario dell’avvento

Certe volte mi imbarco in imprese che sono terribilmente al di sopra delle mie capacità, e regolarmente mi prenderei a calci da sola.
Questa è stata una di quelle volte.
Il fatto è che mia mamma, fra altre innumerevoli cose, ha sempre realizzato calendari dell’avvento fantastici (tutti i cugini ne hanno beneficiato e alcuni continuano ancora adesso), quindi era un oggetto che non poteva non girarmi in testa.
Quest’anno anche Pesciolino avrà il suo primo calendario dell’avvento “Made in Nonna Papera”, ma pur non dovendolo preparare per lui, io ormai avevo un’idea che _dovevo_ realizzare. E quindi ho iniziato. Circa un mese fa.

Ok, nel frattempo ho fatto anche molto altro, però era da un mese che mi giravano per casa tutti questi pezzettini di stoffa che dovevo usare per le taschine, un mese che avevo preparato la sagoma con il cartone ondulato, che dovevo salvare a intervalli regolari da manine rapaci… Insomma, lo scorso finesettimana ho deciso che la cosa non poteva più aspettare, ho messo da parte gli altri tre progetti che stanno viaggiando su binari paralleli (ok, dovrei anche imparare a essere meno dispersiva forse!!) e mi sono imposta di chiudere la pratica. E finalmente, eccolo qui!

Un’opera decisamente multi-materiale! Per la struttura ho usato un vecchio tappetino da campeggio, così non è troppo rigido e neanche pesante. Il dietro è foderato di jeans marrone (come il tronco, anche se nella foto non si vede), mentre il verde dell’albero è un tessuto di pile che avevo comprato parecchio tempo fa. La tasca del 24 è in pannolenci, mentre le 23 taschine… beh, quelle sono l’essenza del riciclo, tutti ritagli di stoffe usate per altri progetti e conservati scrupolosamente!

Un po’ di colla con porporina per dare brillantezza, ed ecco fatto!

Inutile dire che si tratta di un pezzo unico!! Ma sono disponibile per realizzarne altri personalizzati, e molto più velocemente di questo prototipo, promesso!! Se siete interessati contattatemi e decideremo insieme come fare le taschine, se con altri ritagli misti o tutte con uno stesso tessuto per ottenere un calendario a tema. Vi aspetto!