Il corredino di Alessandro

Non mi considero una blogger, non è mai stata mia intenzione diventarlo. Questo spazio esiste perché mi piace raccontare le storie dietro le mie creazioni, a volte magari condividere momenti della mia vita ancora in bilico fra la vecchia passione e la nuova, ma comunque rimane un corollario, un di più.
Il controllo delle statistiche è però una costante quotidiana, e spesso mi chiedo che tipi di persone ci siano dietro quegli esigui numeri. Gente passata per caso, o per sbaglio, e che non tornerà? Oppure qualcuno a cui interessa davvero quello che scrivo, e che creo?
Qualche settimana fa è passata da queste parti una persona appartenente alla seconda categoria, e da lì è nato qualcosa di bello. Questa persona aspetta un bimbo e le era piaciuta la foto di una mia creazione, quindi mi ha chiesto alcune cose per il nascituro. Due erano già pronte, un’altra rientrava già nel mio “catalogo”, mentre l’ultima era una novità per me. Denominatore comune, il bel cotone con gli animaletti della giungla (che, ahimè, ormai è finito).

image

Nella foto vedete tre quarti degli articoli. Il fasciatoio era l’ultimo della vecchia versione, e infatti ci ho aggiunto un laccetto, che è “di serie” nei nuovi. Il pannello con le tasche è stato realizzato su misura secondo le indicazioni della futura mamma, come pure il nuovo modello di portapannolini.
image

La mamma di Alessandro infatti mi aveva chiesto un modello a portafoglio, invece di quelli a bustina che realizzo di solito. Mi piace sempre andare incontro ai desideri di chi sceglie le mie creazioni, e anche sperimentare soluzioni nuove, quindi ho accettato senza esitare, e devo dire che siamo rimaste entrambe soddisfatte!
image

Creerò sicuramente altri portapannolini di questo tipo, perché il modello mi è piaciuto e anche se io ho usato volentieri quelli con la cerniera, ogni mamma si trova bene con attrezzature diverse per il proprio cucciolo!

Annunci