Calendario dell’avvento

Certe volte mi imbarco in imprese che sono terribilmente al di sopra delle mie capacità, e regolarmente mi prenderei a calci da sola.
Questa è stata una di quelle volte.
Il fatto è che mia mamma, fra altre innumerevoli cose, ha sempre realizzato calendari dell’avvento fantastici (tutti i cugini ne hanno beneficiato e alcuni continuano ancora adesso), quindi era un oggetto che non poteva non girarmi in testa.
Quest’anno anche Pesciolino avrà il suo primo calendario dell’avvento “Made in Nonna Papera”, ma pur non dovendolo preparare per lui, io ormai avevo un’idea che _dovevo_ realizzare. E quindi ho iniziato. Circa un mese fa.

Ok, nel frattempo ho fatto anche molto altro, però era da un mese che mi giravano per casa tutti questi pezzettini di stoffa che dovevo usare per le taschine, un mese che avevo preparato la sagoma con il cartone ondulato, che dovevo salvare a intervalli regolari da manine rapaci… Insomma, lo scorso finesettimana ho deciso che la cosa non poteva più aspettare, ho messo da parte gli altri tre progetti che stanno viaggiando su binari paralleli (ok, dovrei anche imparare a essere meno dispersiva forse!!) e mi sono imposta di chiudere la pratica. E finalmente, eccolo qui!

Un’opera decisamente multi-materiale! Per la struttura ho usato un vecchio tappetino da campeggio, così non è troppo rigido e neanche pesante. Il dietro è foderato di jeans marrone (come il tronco, anche se nella foto non si vede), mentre il verde dell’albero è un tessuto di pile che avevo comprato parecchio tempo fa. La tasca del 24 è in pannolenci, mentre le 23 taschine… beh, quelle sono l’essenza del riciclo, tutti ritagli di stoffe usate per altri progetti e conservati scrupolosamente!

Un po’ di colla con porporina per dare brillantezza, ed ecco fatto!

Inutile dire che si tratta di un pezzo unico!! Ma sono disponibile per realizzarne altri personalizzati, e molto più velocemente di questo prototipo, promesso!! Se siete interessati contattatemi e decideremo insieme come fare le taschine, se con altri ritagli misti o tutte con uno stesso tessuto per ottenere un calendario a tema. Vi aspetto!

Bavaglini di Natale 3 – Pinguino e Renna

Sono gli ultimi, lo prometto!! Come avevo anticipato, il modello rotondo e piccolino iniziava a starmi stretto perché volevo ricamare soggetti più grandi, e con questo nuovo formato ho trovato… la mia dimensione!

All’inizio avevo pensato di ricamare solo la renna, giusto come esempio di bavaglino più grande. Poi ho trovato anche il pinguino, e non potevo certo lasciarlo lì!!

Volete il regalo della renna di un altro colore, oppure il pinguino immerso nel suo paesaggio polare?… Sono a vostra disposizione per qualsiasi personalizzazione, chiedete pure!!

Bavaglini di Natale 2 – Abete e Uccellino

Ecco qui altri due soggetti che ho scelto di ricamare.

Ricamando il passerotto mi sono resa conto che questa forma di bavaglino inizia a starmi un po’ stretta, quindi adesso sono passata a un altro modello, che mi permetterà di scegliere soggetti più grandi. Lo vedrete presto!

Bavaglini di Natale 1 – Babbo Stella!

Ecco qui il piccolo Babbo Natale nella sua destinazione finale!!

Anche se qualcuno ha detto che sembra che abbia preso un pesce grosso così, a me piace molto la sua forma a stella, e l’ho scelto per il mio primo bavaglino natalizio!

Ora sto lavorando ad altri soggetti, c’è un albero quasi finito, e poi forse un pettirosso, o una renna… devo decidere chi verrà dopo perché ho l’imbarazzo della scelta!

Ovviamente ci sarà spazio anche per le personalizzazioni, tipo “Il 1° Natale di … “, o per altre forme, dimensioni… Al momento le prenotazioni sono aperte sulla pagina fb di Pinguini e Pesciolini, e presto saranno disponibili anche sul mio shop ALM.

È già Natale!

Come ho avuto modo di accennare qualche settimana fa, non sono esattamente un fulmine quando si tratta di ricamare, quindi non so se questo anticipo che già mi mette ansia sarà in realtà sufficiente…

Io sono discretamente allergica alla “deriva natalizia” (come la chiamo quando il consorte _a settembre_ si mette a fischiettare motivetti di natale, seppur rigorosamente in versione punk), ma d’altra parte ho imparato da tempo che le feste si preparano con largo anticipo, e non puoi certo aspettare metà novembre per metterti all’opera. Perciò mi sono rassegnata, ho messo a bagno le stoffe rosse già da un po’, durante la vacanzina in montagna ho comprato bellissime sagomine di feltro, sto raccogliendo da giorni nei parchi tutto quello che Madre Natura vuole regalarmi per stimolare la mia fantasia… e, per l’appunto, ho ricamato!! Vediamo chi indovina cosa diventerà questo splendido babbino!…

Una foto terribile, lo so, domani con la luce del sole provvederò a farne una migliore!

Una foto terribile, lo so, domani con la luce del sole provvederò a farne una migliore!

 

E vabbè, "luce del sole" oggi era un parolone, ma almeno i colori sono un po' più fedeli, e intanto il ricamo è andato avanti!...

E vabbè, “luce del sole” oggi era un parolone, ma almeno i colori sono un po’ più fedeli, e intanto il ricamo è andato avanti!…

Portapannolini da viaggio

Un paio di settimane fa, approfittando di un viaggio Bologna-Roma, un’amica mi ha chiesto di mandarle delle cose per suo figlio (un astuccio pinguino e una sacchetta per l’asilo, che purtroppo ho dimenticato di fotografare!…), e già che c’ero anche di farle un pensierino per un bimbo appena nato, che invece avrei dovuto spedire per posta. Ho colto allora l’occasione per cimentarmi con un articolo che è senza dubbio un classico, ma che non avevo ancora realizzato: un sacchetto porta-cambio o porta-pannolini.

Ecco la mia versione:

Nella mia testa doveva essere una sorta di borsa del passeggino in versione basica, quindi è delle dimensioni giuste per contenere lo stretto indispensabile: 2 o 3 pannolini, un pacchetto di salviettine, un cambio di vestitini. Quando Pesciolino era piccolino mi è capitato spesso di aver bisogno di qualcosa del genere, da infilare nella mia borsa quando lo mettevo in fascia per andare in biblioteca, oppure da tenere in macchina per le emergenze… Spero che anche la mamma di Alessandro lo troverà utile!

Appena ho un attimo lo metterò sullo shop ALM, ma se ne volete uno personalizzato le prenotazioni sono già aperte! 😉