Abbiamo partorito!

Finalmente eccomi di ritorno.

I nonni sono andati e venuti (in due mandate!), Pesciolino si è debitamente ubriacato della loro presenza, e il manualone di istruzioni, riletto e revisionato, dorme tranquillo in attesa della consegna di domattina (ah, era di nuovo un qualcosa che ha a che fare con la produzione di cioccolato, finalmente a tre cartelle dalla fine l’ho scoperto!!!).

E quindi, festeggiamo il lieto evento con queste splendide coccardine di cui volevo parlarvi due settimane fa!

Avevo comprato bottoni e nastrini in varie fiere, mentre le sagomine di legno vengono da un mercatino di Maendeleo… Rimuginando sulle varie possibilità di utilizzo, mi erano venuti in mente i fiocchi nascita, ma volevo fare qualcosa di leggermente diverso.

E quindi ho pensato: quando nasce un bimbo, la festa è in tutta la famiglia. Perché limitare la coccarda solo alla casa del neonato?! Anche il papà in ufficio può aver voglia di comunicare il lieto evento nella sua postazione di lavoro, e sicuramente ai nonni non dispiace poter manifestare la loro gioia. Zii, cugini….. Questi mini fiocchetti sono adatti a tutti, e sicuramente possono dare un po’ di colore alle tristi culle dell’ospedale!

Vi lascio con uno zoom di alcuni fiocchi. Se volete saperne di più, li trovate sulla pagina fb di Pinguini e Pesciolini!

Annunci

Architetture ardite

Ecco, questo non è niente. La sfida vera sarà fare la traduzione più lunga capitata negli ultimi 18 mesi proprio nelle due settimane in cui si alterneranno tutti e quattro i nonni in visita… Se poi non capite se questo sia un castello, un treno o chissà cos’altro, siete nella mia stessa situazione, dopo 5 cartelle sto ancora cercando di capire per quale macchina di preciso siano le istruzioni che ho fra le mani!…

Perciò, désolée ma la chicca che stavo preparando con i nastrini deve attendere. Però se volete potete andarla a sbirciare sulla mia pagina facebook.

Pinguini a scuola!

Non potevo stare troppo tempo senza maneggiare dei pinguini, e per continuare il filone scolastico ho deciso di usare alcune stoffe che avevo comprato alla fiera Mondo Creativo per fare degli astucci imbottiti.

Purtroppo la mia scorta di imbottitura è agli sgoccioli, quindi ho deciso di farne anche un paio più leggeri, mettendo all’interno uno strato di rinforzo in jeans (ovviamente, rigorosamente riciclato!!), così hanno un po’ di struttura ma non sono troppo morbidosi. Confesso che sono nati come ripiego, ma alla fine li preferisco agli altri!

La stoffa che avevo preso da abbinare ai pinguini blu mi piace davvero molto. Peccato che la pezza fosse tagliata storta (ovviamente lì non me n’ero accorta), ho dovuto ridurre le misure di un paio di centimetri rispetto a quelli rosa.

In compenso, in questo modo i pinguini rosa li ho usati fino all’ultimo millimetro, mentre qualcuno di quelli blu mi è avanzato. Al momento vagano sparsi nel mio cassetto dei ritagli, ma prima o poi troveranno casa!

Tutti a tavola!

La scorsa estate al mercato settimanale di Anzio avevo fatto incetta di stoffe. Quelle con i coralli le ho usate qualche mese fa per le borse da mare, e adesso ho finalmente iniziato a usare anche questa bellissima con orsetti e trenini, per fare delle tovagliette con tovagliolo.

Anche questa volta il copyright andrebbe in parte a mia mamma, perché ho preso spunto da una bellissima che aveva fatto lei per Pesciolino l’anno scorso. Lei aveva aggiunto una taschina in tela aida con ricamato un fantastico paperotto, ma io sono lentissima a ricamare e quindi ho optato per un semplice laccetto per tenere a posto il tovagliolo.

Devo dire che sono molto fiera di me: rispetto a quello del suo cuscino da lettura, questa volta lo sbieco sono riuscita ad attaccarlo molto meglio e più velocemente! Finalmente anche le rifiniture più avanzate mi vengono bene. Ora devo solo imparare a ricamare più in fretta!!…

Queste tovagliette, oltre che su ALM, la prossima settimana saranno disponibili anche fisicamente a Bologna, grazie a una splendida collaborazione di cui vi parlerò presto!