Proprio una borsa da (a)mare!

Ed eccola qui, finalmente!! La borsa completa, come mi ronzava in testa fin dall’inizio!

Il portachiavi l’ho agganciato a un nastro bello lungo, perché volevo che potesse stare sia all’esterno della borsa come decorazione, sia dentro la borsa, e bene in fondo, per agganciarci effettivamente le chiavi e tenerle bene al sicuro. La versione completa è ora anche su ALM.

Ecco, ora devo solo convincere Pesciolino a lasciarmi il tempo per finire anche quelle rosse, così troveranno casa pure i granchietti…

Intanto, se volete saperne di più sul progetto Vijito che ho pensato di sostenere, almeno un po’, con questi portachiavi, trovate le informazioni in questa pagina del sito di Maendeleo.

Arrivano i crostacei!

Finalmente sono riuscita a recuperare i portachiavi AMI che volevo mettere sulle borse da spiaggia! Eccoli qui, il granchietto e l’astice che finanziano il progetto Vijito, dedicato all’acqua potabile. Quale accessorio migliore per le borse da mare?!

Queste ultime giornate di cucito prima della _nostra_ settimana al mare saranno dedicate a completare le borse, le troverete presto al completo (anche la versione rossa, spero!) sul mio shop ALM!

Una borsa per me

Ho fatto una settimana di pausa dal cucito perché siamo andati un po’ a Roma, e comunque le produzioni “profit” (fra mille e mille virgolette…) sono sempre ferme sulle borse da spiaggia, quindi ho pensato di farvi vedere una borsa che avevo cucito per me l’anno scorso. Era una delle prime creazioni dopo il famoso corso, quindi non avevo ancora abbastanza autonomia per pensare da sola il modello e avevo cercato qualche tutorial su internet. Mi ero imbattuta nel blog Cose di Lia* e avevo trovato questa bella borsa.

Inutile dire che nel mio caso la realizzazione ha richiesto ben più di un’ora (chi ha mai provato a farmi tagliare la frutta per una macedonia sa di cosa parlo!…), però il risultato è stato comunque soddisfacente!

 

Per l’esterno ho usato un tessuto americano comprato d’impulso senza sapere bene perché (era viola, tanto mi bastava!…), mentre per l’interno ho scelto uno dei coupon patchwork presi su Buttinette, uno di quelli che difficilmente avrei usato “a vista” perché non mi faceva esattamente impazzire. L’accostamento invece non mi sembrava pessimo.

Fra le piccole modifiche fatte al progetto di partenza, ho aggiunto anche una seconda tasca, divisa in due, perché regolarmente non trovo mai nulla in borsa e quindi le tasche non mi bastano mai!

Oltre a questa imbottita e dai colori invernali ne ho realizzata poi un’altra più leggera estiva, che infatti al momento è in uso e molto spiegazzata… Quando sarà più presentabile verrà debitamente immortalata!

* Tra l’altro, ho scoperto solo in seguito che anche lei nasce come traduttrice! L’ennesima conferma che le vene e professioni creative si accavallano.

Borsa da spiaggia

Ecco qui, giugno è iniziato, l’estate è alle porte, il freddofilo di famiglia rompe già da un bel po’ per l’arrivo di quella che per lui è la _brutta_ stagione (che pazienza, che pazienza….). Da quando è arrivato Pesciolino sono tornata in spiaggia, io che da anni e anni preferivo vacanze alternative, e quindi il mio cervello resettato mi ha fatto venire l’idea di questa bella borsa da mare. OLYMPUS DIGITAL CAMERA Avevo comprato queste stoffe (la versione rossa è sul… tavolo operatorio!) al mare l’anno scorso, ma quando ero tornata alla base ormai era settembre e quindi hanno dovuto aspettare un po’! Il risultato è una bella borsa grande e capiente, con due tasche interne e tanto spazio. Ho inserito anche un foglio di plastica semirigida fra l’esterno e la fodera, perché mi piacciono le borse con una base ben definita, che non si spappolano di qua e di là quando inizi a riempirle! In realtà non sarebbero davvero finite, perché volevo aggiungerci un dettaglio “made in AMI”, ma visto che il calendario incalza intanto le ho inserite su ALM, e quando riuscirò a mettere le mani su quello che ho in mente lo aggiungerò!